Le nostre rubriche

angolo dello storto

IL GUFO MALTESE

11/09/2017

E’ stato avvistato un nuovo rapace (rapato e arrapato) nel Mediterraneo meridionale. Tratti somatici
inconfondibili: crapone rasato, sguardo felino da conquistadores, folta barbazza stile mormone,
corporatura armoniosamente rotondeggiante, appetito da caimano, loquacità e vis polemica ai massimi
livelli. Dopo la migrazione, vive spaparanzato sotto i palmizi dei lidi maltesi, nutrendosi di belle pollastre
nordiche. Unici nemici naturali, il lavoro e i pongisti…
Come da secolare tradizione, alla vigilia di ogni nuova stagione, affidiamo le previsioni sulle performances
delle nostre squadre e dei nostri top player a qualche personaggio di rilievo e quest’anno la scelta non
poteva che ricadere sul ns ex allenatore di lusso, trasvolato, per l’appunto, nel canale di Sicilia. Per
l’intervista, l’abbiamo raggiunto sulla spiaggia di Paradise Bay, sotto un gazebo di fogliame, con tanto di
mare cristallino, vista mozzafiato sulla vicina isola di Gozo e boccali di birra ghiacciata serviti da procaci
fanciulle abbronzatissime. Ci ha accolti ovviamente smutandato e non abbiamo potuto non notare un certo
dimagrimento, diciamo un paio di etti, probabilmente gli manca la grassa cucina emiliana, o forse è stato
sciupato dalle numerose femmene… Di seguito, riportiamo, quasi fedelmente, l’esito del reportage.
Redazione: “Il Sinigo mangerà il panettone? E l’uovo di Pasqua? La seria A2 può vincere il campionato?”
Gufo Maltese:- Massima fiducia nel Sinigo, è stata la scelta giusta per la società. Però lui sarà molto più
impegnato di prima, per cui dovrà rinunciare a qualche suo vizio, speriamo non finisca in analisi. Il girone di
serie A sembra abbordabile, ma dubito che Marco e company possano recitare un ruolo da protagonisti, li
vedo più che altro da metà classifica. Tutto dipenderà dall’impatto del nuovo ruolo del Sinigo come
giocatore-allenatore, dal rientro di Lollo a pieno regime e, soprattutto, dalla resa del Gualdino, che, dopo
l’addio alla Nazionale, lo immagino già a metà anno tutto tatuato a ballare hip-hop sui cubi in discoteca, più
che a sudare nelle palestre attorno ad un tavolo da ping pong.-
Redazione:”E sul ritorno di Robby Vai e le ambizioni della nuova B2?”
Gufo Maltese:- Ritorno di Steve senz’altro positivo per l’ambiente, soprattutto, adesso che me ne sono
andato io, ci sarà uno in grado di tramandare ai ragazzi la piratesca arte del rimorchiare. La b2 sembra una
buona squadra, ma ci sono avversarie di ottimo livello, per cui il primo posto se lo possono scordare, salvo
miracoli. Speriamo che la gamba storta di Bacchelli non dia più problemi e che Mundino e Tommy non
pensino solo alla gnocca, sennò potrebbero esserci delusioni.”
Redazione:”Le velleità delle due C1.”
Gufo Maltese:-Mi attendo molto da Pecchi, dal Camma e dal ns nuovo acquisto Casini, per raggiungere
traguardi importanti, tuttavia, dovranno sbattersi molto. La parola magica è: Cazzimma! In generale, tutti
quanti ne dovranno mettere parecchia se vogliono ottenere qualcosa, non basta essere bravini o allenarsi.
Confido insomma in qualche sorpresa, ad ogni modo, molto dipenderà anche dalle vecchie cariatidi,
sperando sopravvivano.-
Redazione:” Tra i graditi ritorni, quello di Palla Maggica, che ne pensi della sua C2?”
Gufo Maltese, (si mette a ridere):- Carlone Presta è un gran personaggio, ma la squadra la vedo buona solo
per aperitivi e cenoni luculliani, sarà già tanto se si salva!-
Redazione:”Per finire,” l’intervistato, dato l’incalzare delle domande e del sole iniziava a grondare, dando
segni di agitazione, “..si mormora di un ritorno di Battani al timone della Polisportiva.”
Gufo Maltese:- Avevo predetto, in tempi non sospetti, che l’avremmo rivisto presto sul ponte di comando,
anche in questo caso, è lui l’uomo, anzi, il martire giusto. Avrà certamente bisogno di un analista (contabile
e non contabile) molto bravo per saltarci fuori.”
Poi, per concludere, prima di andarsi a fare un tuffo lenitivo, saluta tutti i ragazzi della Villa D’Oro col suo
motto:”Mettetici la Cazzimma…..e state piegati!”