Le nostre rubriche

PAGELLONE DI FINE CAMPIONATO

Dimostrando di averci preso gusto, ecco di nuovo la carrellata di voti al termine della fase di campionato a

squadre. Nel mirino, naturalmente, villadoriani e dintorni, operando altresì un confronto con le proiezioni al

giro di boa di metà stagione.

Iniziamo, com’è ovvio, dai pezzi grossi. L’Onorevole Giulio Guerzovich non si schioda dal 6 stiracchiato

affibbiatogli in precedenza, dato che è passato in palestra solo un paio di volte, di cui una per fare

campagna elettorale, senza neppure presentarci, come aveva promesso, le escort che hanno in dotazione

quelli della casta come lui.

A Sua Presidenza Battani, confermiamo l’8, senza ulteriori ritocchi verso l’alto: anche ai recenti campionati

giovanili di Terni, è parso chiaro che i nostri ragazzi ottengono in risultati migliori in coppia con le fanciulle,

ma la nostra Società continua a non volersi sbilanciare sul tennistavolo al femminile. Complice, in questo

senso, pure il nostro allenatore, che però rimane sempre molto bravo, nonostante l’età e la lonza

crescente, a rimorchiare giocatrici, oramai solo per l’accoppiamento con i nostri giovani, ovviamente.

Dunque, insieme all’8 già conferitogli, portate attenzione perché qua la somma algebrica è complessa,

dobbiamo considerare: +1 punto per aver trovato degne compagne a Gualdi e Pecchi in occasione degli

Italiani Giovanili; +1 punto per aver condotto la serie A2 alla salvezza; -1 punto perché non vuole coltivare

un vivaio femminile (né, soprattutto, di milfone per noi anziani); -1 punto ulteriore, con riserva, da

sciogliersi più avanti, sappiamo noi perché. Insomma, tutto sto casino per dire che gli confermiamo

l’8…fammi rivedere i conti….sì, fa proprio 8!

Serie A2, Zerosystem: voto 9, grazie all’eccellente finale di stagione, con salvezza raggiunta con ampio

anticipo e, addirittura, terzo posto in classifica finale, difficile fare di più dato che la vetta era comunque

irraggiungibile. Sinigo 9-: come la squadra, è andato crescendo e si è confermato un leader, il meno è legato

unicamente alla sua discutibile fede calcistica; Gualdino 8+: come auspicato, è andato migliorando durante

il girone di ritorno, il terzo gradino porta anche la sua firma; Lollo 7: una volta ripresosi dopo il lungo

infortunio, ha finalmente iniziato a garantire il proprio apporto, a pieno regime siamo certi possa fare anche

meglio. Confermato 8 a Luca Verati per la sua presenza all’occorrenza.

Serie C1, Metalparma: voto 9 per la promozione raggiunta con merito e senza particolari patemi d’animo.

Bacchellino e Tommy 8 ½ ciascuno, hanno avuto una percentuale da capogiro, ma occorre anche

considerare che non è la serie C il loro campionato, vedremo il prossimo anno cosa combineranno a livelli

più degni. Mundino 7 ½: complessivamente un buon campionato, ma qualche amnesia di troppo, si vede

che anche lui comincia a pensare troppo al gentil sesso… Gigi 5 ½: proprio all’ultima giornata ha realizzato il

suo unico punticino, e non esattamente contro un avversario di prestigio, dunque rimandato a settembre.

Serie C1, Cast Group: voto 8 per il terzo posto finale e per aver sino all’ultimo tentato addirittura il

colpaccio. A Lorenzo Cammarano non può che confermarsi l’8 ½, è vero che durante il girone di ritorno la

sua resa è un poco calata, ma era svanito l’effetto sorpresa per gli avversari, inoltre, ha avuto il merito di

aver creduto, forse da solo, sino al match deciso alla possibile promozione. Raffa 7+: girone di ritorno

nettamente migliore dell’andata, considerato che ha stabilito un nuovo record societario di gare in assenza

di allenamento (zero presenze in palestra nel corso del 2017!). Giancarlo 6-: ha avuto purtroppo una lunga

fase scarsamente fortunata e ha perso progressivamente fiducia, può certamente far meglio. Storto 6:

confermiamo la richiesta di pensionamento.

Serie C2, Keratrans: voto 9. La promozione è stata qualcosa di epico, specie per l’inattesa “remuntada”

operata ai play off. Ronca voto 8: dopo una regular season fantastica, ha registrato una lieve flessione,

dovuta forse all’età, o, più probabilmente, al centesimo cambio di gommaccia sul rovescio. Pecchi e

Piacente 9: finale in crescendo per il giovanissimo e per il dottore, con fuochi d’artificio in occasione del

turno di ritorno degli spareggi, in cui hanno realizzato entrambi l’en plein. Luca D’Ercole 8-: lo candideremo

come prossimo coach e stratega di formazione (anche per lui, il meno è legato unicamente all’aberrante

credo calcistico). Michelino 7.

Serie D1, Bper: voto 7. Dopo un campionato eccellente, spareggi promozione alquanto deludenti e

promozione neppure sfiorata. Cristina 8; Ing. Steve 7 ½; Piccio 6 ½; Rino 6.

Serie D1, Consorzio Mercato: voto 7+. Complessivamente un buon campionato, forse addirittura al di sopra

delle aspettative, peccato per qualche defezione individuale in occasione dei play off. Catalina 8; Bruno e

Bacchellone 7 ½; Fabio 6 ½.

Serie D2, Alfa Auto: voto 4. Purtroppo, è stata l’autentica pecorina nera della società e sul votaccio ha

certamente inciso il play out da incubo, con conseguente meritata retrocessione. Capitan Tioli 5 ½; Vito e

Simone 5; Giulietta 5- (in questo caso, il meno è legato non al fatto che, a quanto pare, ci lascerà per

andare a studiare a Torino, ma per aver dichiarato che, una volta nel capoluogo piemontese, andrà allo

Stadium a vedere la rubentus…).

Serie D3: voto 7 ½. Purtroppo, aver “ciccato” la promozione per il secondo anno consecutivo ha pesato sul

rating finale. Sturiale e Cammarano padre 8-; Maiellano e Milito 7; Corradi 6.

Palla Maggica, il precedente 9 viene ribaltato in un 6 ½, in quanto è ancora lì che se la tira, che cincischia,

che dice di non sapere se tornerà a giocare realmente oppure no. A Robby Vai vorremmo conferire un 7 ½

di incoraggiamento, non tanto per l’ottima stagione sopra il Po, quanto perché speriamo torni a vestire la

nostra maglia, garantendoci oltre al consueto supporto tecnico, anche le sue doti di viveur nei dopo partita.

Introduciamo, infine, il premio “Bravi lo stesso”, riconoscimento per i migliori suicidi sportivi della stagione,

una sorta di Tapiro pongistico, tanto per quest’anno nessuna delle nostre squadre, fortunatamente, è

coinvolta. Si sono aggiudicate l’ambitissimo trofeo: la formazione di B1 di S. Polo, che ha mancato la

promozione al foto finish; la C2 di Ferrara, che sembrava avere già la promozione in pugno dopo il turno di

andata dei play off; la formazione di A1 femminile di Cortemaggiore, che si è fatta scippare la finale

scudetto per un set di differenza.